Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ballo’

E’ una delle danze più affascinanti che esistano.

“E’ un pensiero triste che si balla” caratterizzato da grande sensualità e passione.

In origine era l’uomo che con il solo linguaggio corporeo chiedeva alla ballerina di ‘seguirlo’.

In seguito sono state create delle sequenze che lo hanno reso più ‘praticabile’.

E’ molto difficile, soprattutto se lo si vuole ballare con una certa eleganza.

Read Full Post »


Devo dire che non era uno dei quesiti esistenziali della mia vita, ma ho scoperto che il suo nome deriva dal modo in cui i ballerini strisciano i piedi, scivolando per terra.

da lì, Ballo liscio!

Qui  a Genova non è che ci sia quella gran tradizione di ballo liscio, anche se è stato “recuperato” in questi ultimi anni.

Nella bella stagione non c’è problema, ogni sagra che si rispetti  propone la sua serata di liscio, ma con la fine dell’estate, la questione si complica: i locali non abbondano e spesso bisogna andare fuori città per trovare una sala da ballo che meriti.

Già, perchè c’è locale e locale:

dall’angusto circolo dove la sala è poco più grande del proprio tinello, al dancing nel quale sono i clienti che lasciano a desiderare: “lumaconi” dallo sguardo assassino appoggiati alle pareti (avrebbero anche la sigara penzolante dal labbro, ma non si può più, mannaggia, l’hanno vietata!) in attesa  di eventuali “prede” , squadrano le signore con sguardo lubrìco, tanto che diventa imbarazzante persino raggiungere il bagno se non si  è accompagnate dal  ” legittimo”.

Scene da anni ’50?

Un po’!!

C’è sicuramente un lato divertente in questi “universi paralleli”, ma se l’obiettivo è ballare, ci vuole il locale giusto e, in questi anni, ci si è fatti una discreta esperienza, anche a prezzo di passare qualche serata nel locale “sbagliato”.

Ma come si dice: chi non risica…

vedi anche

“ballando ballando”

Read Full Post »

È una danza di origine americana che letteralmente significa “trotto della volpe”: cominciò a diffondersi dall’inizio del ‘900.

Dopo la prima guerra mondiale giunse in Europa e fu  elaborata e stilizzata dai maestri inglesi.

SLOW FOX TROT

Si tratta di un ballo molto delicato,  con delle cadenze particolari che lo rendono originale. Lo slow fox Trot, pur essendo derivato dal Fox Trot, si è imposto come danza autonoma, conquistando una posizione di prestigio all’interno delle danze standard.

QUICK STEP

È la versione vivace del Fox Trot: più veloce e jazzato.

Read Full Post »