Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘bici’

Domenica: finalmente in bicicletta!

Ci svegliamo già con l’idea. Abbiamo dormito più del previsto ma non importa: decidiamo lo stesso di partire (indiscutibilmente tardi) alla volta di Novi  Ligure.

Andiamo a prendere le biciclette in cantina e scopro che la mia “ammiraglia” è KO:  ha una gomma irreparabilmente sgonfia.

Non ho scelta: devo ripiegare sulla gloriosa city-bike che uso (quando ci riesco…) per andare al lavoro. Praticamente un cancello con le ruote: poche misere marce, anche un po’ fasulle, ma l’alternativa é rinunciare, quindi, bando ai timori, si parte!

Arriviamo a Novi e da lì a Basaluzzo. Lasciamo la macchina e finalmente dopo davvero tanto tempo, inforchiamo i potenti (…) mezzi.

ai nastri di partenza col leggendario "cancello"...

Sabato sera in previsione avevo fatto un po’ di itinerario aiutata da Mister Google e Monsieur Michelin (che amici…!) e ho ricavato un tragitto di massima cercando di evitare le strade principali e, come dice la canzone, le buche più dure…

In più abbiamo il (manco guæi…)  fidato Tomtom che viene impostato dal fiducioso consorte in un tragitto che consideri le strade non asfaltate.

campi e girasoli

All’inizio si comporta bene: ci porta a costeggiare un bellissimo campo da golf percorrendo un’agreste stradina ombreggiata da folti alberi…ma alla fine, come sempre, le buche più dure non riusciamo a scansarle. Infatti, alla mercé  di uno stupido scatolotto senza cuore né sensibilità, ci ritroviamo a seguire, invece di una stradina di campagna, i solchi dei trattori che attraversano le vigne, rischiando di farci reclutare per la vendemmia nelle schiere  degli affaccendati contadini che incontriamo tra un fosso e un altro!

uva e rose...

Riusciamo ad emergere di nuovo su una strada degna di questo nome e decidiamo di raggiungere Gavi senza altre “bucoliche” deviazioni!

Arrivando ci aspetta una sorpresa. Proprio oggi è in programma una manifestazione a cura dell’ “Associazione Amici del Forte di Gavi”: una visita guidata più alcune rappresentazioni di vita militare  e di danze in costume organizzate da gruppi storici.

dame sotto il fico

Piacevole intermezzo.

Si è fatto un po’  tardi e rimontiamo in bici che sono le sei passate da un po’. Prendendo la strada provinciale il tragitto è più veloce e sicuramente meno “impervio”: quindi anche senza nessun aiuto “satellitare” torniamo in breve alla base.

Carichiamo le bici e si ritorna.

Rientriamo a casa dopo le otto di sera, ma la stagione lo consente  ancora e abbiamo sfruttato la giornata fino in fondo.

Siamo stanchi di una bella stanchezza: quella che intorpidisce i muscoli e dà sollievo allo spirito. Ci siamo riempiti gli occhi di uva matura e di dolci colline. Il mio eroico “cancello” non ha tradito le seppur modeste aspettative.

Cosa pretendere ancora?

Di fare il bis appena possibile! (ma quest’altra volta il Tomtom lo imposto io, chiaro?)

Annunci

Read Full Post »

Facile e piacevole anello di circa 40 km. da Alessandria ad Alessandria.

giro alessandria

Passando da Montecastello, attraversando il Tanaro a Rivarone e ritornando per Piovera.

Qualche difficoltà a trovare un posto dove pranzare: il ristorantino sotto il castello di Piovera dove c’eravamo fermati la volta scorsa era chiuso.

Montecastello

Montecastello

Abbiamo quindi proseguito fino alla trattoria che si trova alle fonti di Lobbi dove abbiamo mangiato un buon bollito alla piemontese e i ” rabatò“, per finire con un superbo bunet.

La signora è stata molto gentile ad accogliere senza prenotazione due poveri ciclisti affamati poco prima delle due del pomeriggio e con il locale pieno.

Fotografie-0038

Per l’itinerario dettagliato cliccare qui

Read Full Post »

Da Dobbiaco a Völkermarkt dal 10 al 17 Agosto: circa 300 Km in sei giorni di bicicletta. 50 Km al giorno non sono la fine del mondo…se solo ci fosse stato un po’ più di sole…

Read Full Post »