Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘GENOVA’

Read Full Post »



Si ripresenta puntuale ogni cinque anni, pronta  stupire ed affascinare gli appassionati (e non) di piante e fiori.

Anche se quest’anno mi è sembrata meno…meno fastosa, meno organizzata, meno curata.

Detto questo, è sempre un piacere per gli occhi e per lo spirito aggirarsi in questa miriade di profumi e colori.

Qui sotto un florilegio dell’edizione 2011

.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Read Full Post »

Dopo la tempesta…

Due notti fa su Genova si è abbattuto un “uragano” che ha fatto passare davvero una brutta nottata a buona parte della popolazione.

Tuoni e lampi  ed un muro di pioggia che faceva spavento a guardarla, anche se si era al riparo delle proprie solide quattro mura: un vero e proprio nubifragio. C’erano tutti i presupposti per immaginare di doverci rassegnare ad un improvviso e pramaturo autunno…

Due giorni dopo: mi sono concessa una breve pedalata sul lungo mare.

Lasciato  alle spalle il faro di Punta Vagno ho percorso il bel rettilineo costellato di stabilimenti balneari, incontrando lungo il percorso i tanti fortunati che possono ancora godere di questa estate ritrovata, fino a raggiungere, poco dopo l’abazia di San Giuliano, il borgo di Boccadasse.

Guardate cosa può regalare Genova quando “a ghe gìa ben”…

Read Full Post »

Primo giorno di ferie.

Caldo.

Molto caldo.

In una qualsiasi città del nord:

Shopping? Mhhh… ma i saldi non sono ancora iniziati.

Una passeggiata nel verde?

Arrivarci!  Tra il traffico del centro e le tangenziali intasate scappa la voglia.

Un caffettino per due chiacchiere con le amiche? Come si fa, quelle lavorano.  Mica sono fortunate come te che sei in ferie.

Pazienza: pulirò un po’ casa e starò al computer più del dovuto con il ventilatore a stecca alla faccia della cervicale.

O mi piazzerò davanti alla tele e scivolerò nel torpore davanti all’ennesima replica di un film in bianco e nero.

A Genova:

Due categorie: gli abitudinari e gli “spiriti liberi”.

I primi affittano, spesso per tutto l’anno, la cabina in uno dei tanti stabilimenti balneari disseminati lungo il litorale cittadino. Si narra che la locazione delle cabine in alcuni “bagni” venga  tramandata di generazione in generazione…


I secondi prediligono le belle quanto rare spiagge libere. Io appartengo a questa categoria. Per ubicazione geografica preferisco muovermi verso il levante: Vernazzola , Sturla, Priaruggia, poi Quarto, Quinto, fino a Nervi , il quartiere più orientale di Genova.

Ma siamo in città. Come sarà l’acqua?  Non si potrà certo fare il bagno!

Giudicate Voi…


Read Full Post »

9 Maggio 2010: giornata nazionale della bicicletta.

Riporto dal sito del Ministero dell’ambiente:

“Un’iniziativa voluta dal Ministero dell’Ambiente per sottolineare come una mobilità alternativa ed ecocompatibile può essere effettivamente realizzabile.”

e ancora:

La Giornata della Bicicletta vuole essere un’occasione di festa e di riappropriazione da parte della popolazione delle proprie città”

Gentile Ministro dell’ambiente Stefania Prestigiacomo e gentile Assessore alla mobilità della città di Genova Simone Farello, Vi racconto com’è stata la mia personale giornata della bicicletta.

Mi sveglio di buon mattino: piove, diluvia , spiove, piove ancora, smette di nuovo…devo capire se affrontare o no un’uscita sotto il temporale.

Esiste un volantino che “spiega” lo svolgimento della giornata: non è di facile comprensione, ma sembra che  ci sia un punto di incontro dove formare un gruppo e muoversi insieme.

Appuntamento alle 10 alla stazione metro San Giorgio per partire mezz’ora dopo alla volta di Boccadasse passando per la sopraelevata, chiusa al traffico come altre vie della città.

Mi piace l’idea di passare in bici sulla sopraelevata perchè è un’occasione davvero unica. Penso che sia un punto di vista ideale per qualche scatto originale, e questa è davvero una circostanza perfetta: difficilmente ripetibile e da prendere al volo!!

Ma le dieci sono passate, e ho nicchiato, quindi la partenza di gruppo per me è saltata. Comunque  rileggo il volantino: le zone rimangono chiuse al traffico dalle 8 alle 13.

Ho tutto il tempo che voglio per godermi il punto di vista alternativo che può offrire la sopraelevata ad un ciclista.

Sveglio l’amato bene, gli metto un po’ di fretta perchè il tempo è sempre incerto e la chiusura al traffico automobilistico è “solo” fino all’una.

Siamo finalmente pronti. Alle undici siamo in sella. Ricomincia a piovere ma ci avviciniamo lo stesso all’imbocco della sopraelevata: come dicono in Olanda, non siamo mica fatti di zucchero, la pioggia non ci scioglierà…!

Ma purtroppo ci sciogliamo lo stesso!

Ci liquefa lo stato di delusione che la disorganizzazione della nostra città ci fa provare: visto che il tempo è tendente al brutto, dopo il primo giro di biciclette hanno deciso di ripristinare il traffico delle automobili con due ore di anticipo sul previsto.

E noi che (come tanti che abbiamo incontrato fradici e delusi) eravamo disposti ad affrontare le intemperie pur di godere per una volta di una Genova “ciclabile”…

Chissà dove sono finite l’occasione di festa e l’opportunità di riappropiarci della nostra città…”

Concludiamo la mattinata nel modo più banale possibile, pive nel sacco e giretto “dei misci” sul lungomare, che tra l’occasione mancata e il tempo uggioso non riesce a consolarci neanche un po’…




Read Full Post »

Ci sono stati dei cambiamenti radicali nella raccolta differenziata a Genova. Quelli più importanti riguardano la raccolta nei contenitori gialli, fino a poco tempo fa destinati a raccogliere solo plastica.

Adesso invece funzionano così:

Le Campane Gialle: Plastica e lattine

Si possono introdurre:

  • Bottiglie e flaconi di plastica per prodotti alimentari (acqua, bibite, olio, ecc.)

  • Vasetti per prodotti alimentari (es. yogurt, dessert, ecc.), confezioni e vaschette in plastica per alimenti

  • Confezioni in plastica per uova ed altri imballaggi in plastica sagomata (es. pile, spazzolini da denti)

  • Buste e sacchetti in plastica per prodotti alimentari (pasta, pane, merendine, salatini, cracker, surgelati, ecc.), reti per frutta e verdura

  • Flaconi per detersivi e detergenti per la casa, flaconi e dispenser per l’igiene personale e la cosmetica

  • Buste, sacchetti e scatole di plastica, borse di nylon e di cellophane, cellophane in pellicola, tappi di plastica, vasi per piante (senza terra)

  • Vaschette e vassoi in polistirolo (per frutta, verdura, carne), imballaggi di piccoli elettrodomestici in polistirolo

  • Lattine per bevande e per olio

  • Fogli di alluminio da cucina, involucri per cioccolato e coperchi degli yogurt in carta stagnata

  • Scatolette in banda stagnata per alimenti (es. pelati, carne, tonno, legumi, cibo per animali)

  • Vaschette e contenitori in alluminio per la conservazione e il congelamento dei cibi

  • Bombolette spray (es. deodoranti, lacche per capelli, panna montata)

  • Barattoli e scatole in acciaio per dolci, cioccolatini, liquori Tubetti per conserve, creme e cosmetici, tubetti per dentifricio

  • Capsule, chiusure e tappi in metallo per bottiglie e barattoli (es. olio, vino, liquori, bibite, conserve).

Non si devono introdurre:

Piatti, bicchieri e posate in plastica; cassette per frutta e verdura in plastica, giocattoli; custodie per cd, dvd e altri materiali audiovisivi; beni durevoli in plastica (elettrodomestici, casalinghi, complementi d’arredo, grucce appendiabiti, ecc.); tutti i rifiuti in plastica sporchi di materiali organici o sostanze pericolose come vernice, colle ecc.; rifiuti ospedalieri (es. siringhe, sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi), contenitori per vernici, smalti, smacchiatori, acidi, colle e insetticidi.

Per quel che riguarda gli altri tipi di raccolta:


Le Campane Bianche: Carta

Si possono introdurre:

  • Carta e cartoncino di ogni dimensione

  • Giornali, riviste e opuscoli pubblicitari non plastificati

  • Libri e quaderni

  • Carta per usi grafici, da disegno e per fotocopie

  • Cartone per bevande (es. tetrapak per latte, succhi di frutta, panna);

  • Sacchetti di carta

  • Scatole e imballaggi in carta e cartoncino, carta da pacchi

  • Imballaggi in cartone ondulato di qualsiasi forma o misura

Non si devono introdurre:

Carta sporca (es. tovaglioli usati), piatti di carta, carta oleata per alimenti, carta assorbente per cucina e carta da forno, carta plastificata, carta sporca di materiali organici (es. pannolini), carta chimica per fax e autocopiante, polistirolo.

Lo Staccapanni

Si possono introdurre:
Gli indumenti usati: maglioni, jeans, scarpe (opportunamente chiusi in sacchetto).

Gli indumenti vengono consegnati alla Caritas di Genova che provvede a smistarli ai propri centri.

scarica elenco

*Nota bene: prima di gettare i rifiuti nelle campane ricordati di sciacquarli per togliere i residui
e quando possibile ridurne i volumi


L’Alfabeto del rifiuto

Cosa e come buttare dalla A alla Z

scarica pdf


Raccolta differenziata (porta a porta)

l Comune di Genova e AMIU, in collaborazione con Legambiente Liguria, Italia Nostra e Amici del Chiaravagna, hanno avviato un importante progetto di raccolta differenziata Porta a Porta in due quartieri di Genova (Pontedecimo e Sestri Ponente), teso a migliorare l’ambiente e la qualità della vita di tutti.


Raccolta differenziata per uffici, negozi, bar e ristoranti

il servizio varia da zona a zona della città e riguarda la raccolta di:

• carta e cartone presso negozi della città

• legno presso ditte convenzionate

• cartone, cassette di plastica e legno presso i mercati cittadini

• carta presso scuole, enti pubblici e uffici

• toner e cartucce stampanti presso uffici

Per informazioni o chiarimenti telefona al numero

010.5584.522

Le Isole ecologiche disponibili:

Orari d’apertura
dal lunedì al sabato: 7.30 – 18.30 (escluso i festivi)

Orari d’apertura
dal lunedì al sabato: 7.30 – 18.30 (escluso i festivi)


Orari d’apertura
dal lunedì al sabato: 7.30 – 18.30 (escluso i festivi)


Read Full Post »

Sabato sera,facendo due passi nel porto antico di Genova può capitare di vedere cose fuori dal normale!

Nella darsena, poco dopo l’Acquario e proprio nello specchio d’acqua antistante il Museo del Mare è ormeggiato il sommergibile Nazario Sauro che sarà il primo caso in Italia di sommergibile aperto al pubblico in acqua, visitabile dal prossimo marzo.

Fotografie-0007

Passeggiando  poco più in là, verso i magazzini del cotone,  si può ammirare il mitico veliero Amerigo Vespucci, con il suo intrico di corde e gomene pronte a sostenere le sue vele maestose.

Fotografie-0009

Fotografie-0014

Questo nei due passi che abbiamo fatto ieri sera.

Oggi invece…

Fotografie-0ddd006

3-bagni-3  in una mare di cristallo alla fine di settembre…Wow!

Read Full Post »

Older Posts »