Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘jogging a genova’

E’ proprio vero che non si finisce di imparare.

Penso di conoscere abbastanza la mia città ed i suoi dintorni ed ecco che scopro una cosa che proprio mi era sfuggita: un breve e  piacevolissimo percorso con vista su tutta la parte orientale di Genova.

La partenza è dal parcheggio sotto al Forte Sperone

si segue la strada di destra leggermente in salita

e si continua sulla strada sterrata a destra proseguendo in questa direzione senza prendere il sentiero verso l’Osteria delle baracche che porta al Forte Diamante.

Da questa parte la strada si mantiene pianeggiante, molto larga e ben praticabile.

Si possono incontrare qualche mountain bike e qualche cane con padrone, oltre agli indefessi camminatori.

Certo, non essendo una strada asfaltata è lievemente sconnessa, ma basta fare attenzione a dove si mettono i piedi…

Si può proseguire per almeno un’ora di buon cammino.

Lungo il tragitto si trovano alcune deviazioni verso il Forte Diamante:

In questo modo si può trasformare una passeggiata in un trekking “urbano” senza grandi difficoltà.

Proseguendo si arriva sopra il paese di Trensasco, una delle stazioni del trenino di Casella.

E’ da tenere in considerazione per quelle domeniche pomeriggio che si pensava di non fare niente e poi ti vien voglia di fare due passi nel verde.

Mio padre ,che sa davvero tutto (!) mi ha detto che questo tragitto segue la traccia dell’acquedotto ottocentesco di Genova che parte dal lago di Val Noci e passa per Creto. Qui ne descrivo solo una piccola parte: chi volesse fare l’intero trekking può trovare delucidazioni QUI

Unico consiglio: da fare nella bella stagione o ben attrezzati per il freddo perchè è una zona molto ventosa.

vedi anche

Jogging a Genova…ma dove?

Gite nei dintorni

.

Annunci

Read Full Post »

…scrivevo prima quel post “minatorio” nei confronti del freddo genovese!

Da qualche giorno  infatti le temperature hanno dato ai genovesi una tregua: ciò mi ha permesso di rimettere fuori le cornine come le lumasse e di osare perfino riprendere la strada (di corsa) per il lungomare.

Questo non vuol dire interrompere la piscina: quando si prende il giro non sembra poi così dura, e, al contrario della corsa, io e i miei 3/4 possiamo farla insieme, perchè in acqua le sue “ginocce sbilenche” soffrono decisamente meno che a correre.

Quindi, durante la settimana a correre, e il sabato piscina: perfetto!

Read Full Post »

E’ proprio vero che a Genova non si sa dove andare a correre.

Se ci si vuole tenere un po’ in forma e  fare un minimo di allenamento, la città non offre molto.

Ci sarebbe il parco del Peralto, sulle alture delRighi,un tempo attrezzato con percorso ginnico, ma ultimamente è più frequentato dai cinghiali che dagli umani; quindi bisogna arrangiarsi un po’, rassegnandosi a fare lo slalom tra marciapiedi sbrecciati e automobili mal parcheggiate.

L’unico tragitto che trovo praticabile è la passeggiata di Corso Italia.

il faro di corso italia

Il marciapiedi è sufficientemente largo da permettere a chi vuole passeggiare di passeggiare e a chi vuol correre di correre. Certo il fondo non è molto adatto, non è una pista di atletica: la pavimentazione è duretta, ma con le scarpe adatte la situazione migliora.snc00015

E poi…e poi voglio vedere un altro posto dove si possa godere di certi  scorci: alleggeriscono sicuramente la fatica!

fotografie-0023a

Quando si arriva a Boccadasse sembra di essere dentro una cartolina: giudicate voi…

fotografie-002g9

Vedi anche

Jogging a Genova…ma dove? (Part II)

 

Read Full Post »