Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘notte stellata’

Detto fatto!

L’occasione era ghiotta: qualche giorno di vacanza per far vedere un po’ d’Olanda a mia figlia e contemporaneamente visitare la mostra di Van Gogh  che si tiene ad Amsterdam in questo periodo.

mostra vg 001

L’Olanda? Speciale!

Il giardino di Keukenhof assolutamente irrinunciabile, ma, attenzione, è aperto solo da marzo a maggio.

A farla da padroni i tulipani, ma egregi concorrenti  narcisi, azalee  ed ortensie…

IMGP3346IMGP3235

IMGP3223IMGP3375

Marken e Volendam,

IMGP3142

con le caratteristiche case costruite su palafitte;

IMGP3159

I mulini rivisitati dalla prospettiva del canale:

IMGP351t3

la visita precedente, qualche anno fa, era stata in bicicletta.

Ed Amsterdam.

Il Rijksmuseum per godersi Rembrandt e Vermeer, la casa di Anna Frank… e infine il Van Gogh Museum!

E’ stata grande la commozione che ho provato  davanti alle opere che ho potuto apprezzare diversamente dalla precedente visita: la prima volta non conoscevo minimamente il pittore e mi avvicinavo come un tabula rasa e quell’esperienza; in quest’occasione invece mi sono divertita a fare da cicerone a Cecilia spiegandole le opere nei minimi particolari.

Alcuni quadri mi hanno incantata, altri stupita per la tecnica, altri semplicemente commossa.

Fotografie-002220

La mostra allestita sul rapporto di Van Gogh con la notte e i colori dell’imbrunire mi ha regalato tra le tante, l’occasione di vedere per la prima volta “notte stellata” che è solitamente conservato al museo di arte moderna di New York.

“… Guardare le stelle mi fa sempre sognare, così come lo fanno i puntini neri che rappresentano le città e villaggi su una cartina. Perché, mi chiedo, i puntini luminosi del cielo non possono essere accessibili come quelli sulla cartina della Francia? Come prendiamo il treno per andare a Tarascona o a Rouen, così prendiamo la morte per raggiungere le stelle.  …”

Da una lettera a Theo del 1888


Più che dire che consiglio vivamente a chi abbia l’occasione, di visitare la mostra, non so…


Bedankt Olanda!Fotografie-0034

Read Full Post »

Si fa proprio per dire, perchè la mostra “i colori della notte” si svolge al Museo Van Gogh di Amsterdam (dal 13 febbraio al 7 giugno 2009).

Vabbè,dai, si approfitta del ponte del 1° maggio e si fa una capatina!

3-15

E poi è il momento migliore per godere le più belle fioriture di tulipani, e se si riesce a essere anche su per il 30 aprile non ci si perde la più importante festa dell’Olanda: “il compleanno della regina“.

Che veramente sarebbe a gennaio, ma col clima di quelle parti in quel periodo fanno che spostarlo ad aprile che è il compleanno di sua madre e il tempo si spera sia più clemente.

Sono strani questi olandesi…

Tornando a bomba: La mostra che ha come tema la sera e la notte è in collaborazione con il Museo di Arte Moderna di New York (MoMA) dal quale proviene la celeberrima “Notte stellata” e che per gli olandesi stessi rappresenta un gradito ritorno: è dal 1990 che la tela non veniva esposta ad Amsterdam.

751px-vangogh-starry_night_edit

Non pensate ne valga  la pena?

Vi saprò dire…

Read Full Post »

Notte di stelle

Notte di stelle,
intingi il tuo pennello nel blu e nel grigio,
guarda fuori in un giorno d’estate,
con occhi che conoscono l’oscurità nella mia anima.
Ombre sulle colline
tratteggiano alberi e giunchiglie.
Cattura la brezza e il gelo invernale
nei colori sul terreno ammantato di neve.

Ora capisco
cosa cercavi di dirmi
e come soffrivi della tua ragione
e come cercavi di liberarli.
Ma loro non ascoltavano, non sapevano come
forse ascolteranno ora.

Notte di stelle,
fiori fiammeggianti di un brillìo che avvampa,
nubi vorticanti nella foschia violetta
si riflettono negli occhi di cielo di Vincent.
Colori che cambiano sfumatura,
aurore nei campi di grano che matura,
facce consunte segnate dal dolore
trovano riscatto nella mano amorosa del pittore.

Perché loro non sapevano amarti,
eppure il tuo amore era sincero
e quando non si vedeva più nessuna speranza
in quella notte di stelle
ti sei tolto la vita come spesso fanno gli amanti.
Ma avrei potuto dirti , Vincent ,
che questo mondo non è mai stato inteso
per uno così bello come te.

Notte di stelle,
ritratti appesi nelle sale vuote,
teste senza cornice su pareti senza nome,
con occhi che scrutano il mondo e non sanno dimenticare
come gli sconosciuti che hai incontrato
uomini laceri in abiti stracciati.
Una spina d’argento una rosa di sangue
restano schiacciate e rotte sulla neve immacolata.

Ora credo di sapere cosa cercavi di dirmi
e come soffrivi della tua ragione
e come cercavi di liberarli.
Ma loro non ascoltavano, non ascoltano ancora,
forse non lo faranno mai …

Read Full Post »