Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘zena’

lanterna12

Lanterna de Zena
l’è faeta a trei canti

Maria co-i guanti
lasciaela passà!

A tr’oue de neutte
e tutti l’han vista

a fava a fiorista
vestia da mainà.

Cattaeghe ‘na roba
cattaeghe un merletto

cerchaeghe un ometto
pe fala ballà!

.

Qui sotto una versione un po’ più “movimentata ” di questa dolcissima ninnananna.


Read Full Post »

A Genova può succedere di tutto, anche di vedere una nave ormeggiata su un tetto…

Beh, adesso non esiste più, ma se foste passati all’inizio del secolo scorso per Via del Colle, al limite orientale del centro storico, dove le case si affacciano sulla più bassa via Madre di Dio e la vista è aperta sul porto, lì avreste trovato la nave sul tetto.

Era un gazebo ricostruito a immagine precisa di un veliero, realizzato con legno di recupero: il fantasioso costruttore era un operaio nell’Officina di allestimento e riparazione  navi, che poco alla volta, recuperava il materiale con il quale completare il suo sogno.

Ma a cosa ancon ciù strana
No ve l’ò ancon mostrà:
unna nave in sce un teito
ch’a no se peu mescià.

Anche s’a mette e veje
E bon ghe sciùscia o vento
L’ancoa a no peu arrancà.

Solo d’in lontananza
A deve vedde o mà.

Da “A Cheullia” di Edoardo Firpo

Read Full Post »

che giornata!!

Mio padre dice che siamo fortunati: essere nati e  vivere a Genova é un privilegio.

Effettivamente, stamattina, appena sveglia, aprendo le persiane, gli ho dato piena ragione.

Siamo ormai a metà ottobre e sembra primavera. Genova è l’unica citta del nord con queste caratteristiche. Il mare addolcisce la temperatura, il vento spazza lo smog e le montagne la proteggono dalla nebbia.

Si può ancora andare in spiaggia, anzi la si apprezza di più che in piena estate, senza l’affolamento dei mesi più caldi. I più ardimenosi osano una nuotata. Il mare è freddo, ma, dicono, ci si abitua!

Io preferisco crogiolarmi al sole in compagnia di un libro; ogni tanto chiudo gli occhi e mi concentro sul suono della risacca. Altro che new age !

Dove lavoro io, poi, è proprio sul mare. Nelle giornate serene, lo spettacolo che si gode dalle finestre mitiga ogni fatica:guardare per credere…

Nel weekend, se piace camminare un po’ non c’è che l’imbarazzo della scelta: riviera o entroterra?

Intorno alla città mille sentieri offrono la possibilità di trascorrere una sana giornata nella natura. Verso il levante, da Nervi al monte di Portofino fino alle cinque terre; verso il ponente, da Punta Noli a Finale ligure. Lo stasso vale per l’interno, meno conosciuto ma altrettanto amato da noi “zeneizi”.

Ma per chi è proprio pigro, ma pigro pigro, basta uscire di casa e andare verso il mare.

Bene ,ora mi devo preparare: devo ancora decidere, ma qualcosa farò: Genova mi chiama!

E stasera al ritorno, lo so, mi saluterà così…

Read Full Post »

Genova profonda

ecco un libro che andrebbe letto…Parla di una  Genova poco conosciuta, della quale forse ci vergogniamo e di cui siamo orgogliosi al tempo stesso.

Read Full Post »